Terremoto Abruzzo: prime corruzioni sugli appalti, due arresti.

Pubblicato il da A tutta destra

I Carabinieri del Comando di Pescara hanno fatto scattare le manette ai polsi di due persone. Le porte del carcere si sono aperte per Claudio D'Alesio di 50 anni, residente a Pescara, imprenditore, e Italo Mileti, di 59 anni, ex assessore comunale di Pescara.
Il primo era amministratore delegato della "Fira Servizi" il secondo, invece, come scritto, era ex amministratore del Comune. L'inchiesta riguarda un giro di corruzione nell'ambito degli appalti per la ricostruzione post sismica. A disporre l'arresto è stato il gip Luca De Ninis su richiesta del sostituto procuratore Gennaro Varone. L'operazione, alla quale è stato dato il nome di "Ground zero", è stata portata a termine dal Nucleo investigativo del reparto operativo di Pescara. L'accusa è di millantato credito per illecita intermediazione verso pubblici ufficiali. I due avrebbero agito da mediatori tra privati e pubblica amministrazione con l'intento di pilotare l'aggiudicazione di un appalto, per trarne profitto. L'importo dell'appalto è di circa 15 milioni di euro (circa 30 miliardi delle vecchie lire). Indagini ancora in corso.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post