Sudan, 40 frustate per aver indossato i pantaloni.

Pubblicato il da A tutta destra

Per la serie: gli extracomunitari sono "diversi". La notizia battuta oggi da diverse agenzia di stampa racconta di Loubna Hussein, una giornalista del Sudan, che è finita in carcere nel mese di luglio scorso per aver commesso il reato... di aver indossato un paio di pantaloni. E' vietato dalla legge islamica. 
Ma la giornalista-coraggio è andata oltre. Contrariamente a quanto le aveva imposto il tribunale, la donna ha lasciato il Sudan ed ora si trova a Parigi, in Francia.
La donna è riuscita ad "evadere" dall'Africa ed ora è in procinto di pubblicare un suo libro «quaranta frustate per un paio di pantaloni». La giornalista, in questo libro, oltre a raccontare la sua esperienza-sofferenza vissuta l'estate scorsa, mette a fuoco la condizione femminile di chi vive nel suo Paese.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post