Islam: La Lega vuole il referendum per la croce nel Tricolore. La Chiesa prende le distanze.

Pubblicato il da A tutta destra

Per la Chiesa è una esagerazione e allora la Santa Chiesa prende le distanze dalla Lega Nord. Che, invece, ha il desiderio di approfittare del "no" svizzero ai nimareti per introdurre la croce nel tricolore italiano; magari attraverso un referendum popolare. Le rimostranze per la sentenza della Corte di Strasburgo non lasciano dubbi. Ma i vescovi italiani bocciano i "sedicenti defensores fidei". Nei rapporti tra Chiesa e Carroccio di governo è l'ultimo capitolo di un lungo stop-and-go.
Il pacchetto sicurezza e le norme anti-clandestini, in particolare, avevano fatto scendere il freddo tra Lega e Vaticano. Il ministro Calderoli era arrivato ad affermare che le critiche di mons. Antonio Maria Vegliò "non sono quelle del Vaticano e della Cei". Nei mesi successivi gli uomini del Carroccio lavorarono ad un disgelo culminato in una visita Oltretevere di Umberto Bossi accompagnato dai maggiorenti del partito e dal figlio Renzo al cardinale Tarcisio Bertone. Polemiche chiuse, insomma. Almeno per un po'. Fino al referendum svizzero sui luoghi di culto islamico.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Dario Gagliano 12/03/2009 00:20


Ma perché no? Non c'è nulla di male.