Finisce in manette per aver rubato due teli da mare. Muore in carcere di infarto.

Pubblicato il da A tutta destra

Era stato condannato a otto mesi di carcere per aver  rubato sulla spiaggia due teli da mare. E' morto tra le sbarre, probabilmente a causa di un infarto, nella sua cella del carcere Palermo, dove era stato rinchiuso. 
Si chiamava Roberto Pellicano, aveva 39 anni. Per due volte il suo avvocato aveva presentato richiesta di scarcerazione a causa dei suoi "gravi motivi di salute". La Procura di Palermo ha aperto un´inchiesta sulla vicenda e il pm Francesco Del Bene ha disposto l´autopsia per domani.
La famiglia dell'uomo ha presentato una denuncia ipotizzando l´omicidio colposo. Durante la scorsa estate, l'uomo aveva rubato due teli da mare in spiaggia; catturato dalle forze dell'ordine, nel processo aveva chiesto un patteggiamento ed era stato condannato dal Giudice a 8 mesi di reclusione. Il suo legale aveva presentato anche la richiesta di sostituzione con gli arresti domiciliari.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post