Naviga in internet, arrestato per evasione dagli arresti domiciliari

Pubblicato il da A tutta destra

Anche la Giustizia si evolve e va al passo coi tempi. Così a Messina si può registrare il primo caso di arresto per evasione dagli obblighi di dimora domiciliare a carico di R.P. di 30 anni, finito in manette un mese fa con l'acusa di estorsione per aver preteso del denaro da un automobilista dopo aver simulato l'incidente.
Dicevamo dunque dell'arresto anomalo: l'uomo ai domiciliari non poteva "comunicare con l'esterno". Invece questi ha pensato bene di navigare su internet dal computer di casa e, attraverso la rete, ha utilizzato lo spazio dei commenti riservati agli ospiti del sito web, su un quotidiano locale,. Il pregiudicato ha lasciato  un commento alla notizia de suo arresto sottoscrivendo lo stesso commento con nome e cognome.
I Militari dell'Arma hanno quindi avviato gli accertamenti e sono risaliti al suo indirizzo Ip.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post