Digitale terrestre, Nuova Destra Sociale: «Perchè Viterbo è stata esclusa?»

Pubblicato il da A tutta destra

Nuova Destra Sociale si chiede  come mai la Provincia di Viterbo sia stata esclusa dal passaggio obbligatorio al digitale terrestre nella regione Lazio. La domanda puo' apparire banale, ma e' invece di sostanza.
«Perche' -si legge nella nota di Nds, a firma del Segretario Regionale Angelo Aquilani- dal momento che il digitale garantisce una migliore ricezione del segnale televisivo, non si vede perche' i viterbesi non debbano usufruire di questo servizio. Che i cittadini del territorio viterbese siano di serie B?».
«Allora e' giunto il momento di far valere i propri diritti -prosegue Aquilani nella nota - chiedendo da un lato l'accesso al digitale terrestre gratuitamente e le scuse di Governo, della Regione  Lazio e della stessa Rai per avere provocato il disservizio. Chiediamo anche le scuse della Provincia per non essersi battuta in difesa dei suoi cittadini». 
Il comunicato stampa di Nuova Destra Sociale si conclude con una proposta provocatoria: «Sarebbe anche opportuno valutare l'ipotesi di una secessione dal Lazio per creare, unitamente ad una parte della Toscana ugualmente discriminata dal proprio Governo Regionale, una nuova Regione da chiamarsi "Etruria", che storicamente e' esistita al contrario della fantomatica Padania Leghista».


Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post