Cucchi massacrato in Tribunale, indagati per omicidio tre medici e tre agenti

Pubblicato il da A tutta destra

Omicidio preterintenzionale per tre agenti carcerari in servizio presso il tribunale di Roma, omicidio colposo per i tre medici dell'ospedale Sandro Pertini che hanno avuto in cura Stefano Cucchi.
Sono queste le ipotesi di reato formulate dai pm di Roma Francesca Loj e Vincenzo Barba che si occupano dell'inchiesta sulla morte del ragazzo di 31 anni arrestato per droga il 15 ottobre e morto sei giorni dopo, il 22 ottobre, all'ospedale Sandro Pertini con lividi ed ecchimosi su tutto il corpo.

 

Agli agenti di custodia si contesta d'aver colpito la mattina del 16 ottobre scorso con calci e pugni Stefano Cucchi dopo averlo fatto cadere a terra provocando lesioni che poi sono state determinanti per la morte del detenuto al Sandro Pertini. Quanto ai medici si contesta loro di aver omesso di prestare al paziente le cure necessarie che forse avrebbero potuto impedire la sua tragica fine.

 

Nessuna responsabilità è attribuite invece ai Carabinieri che arrestarono Cucchi e lo portarono in tribunale per l'udienza di convalida.

 

Il pestaggio subito da Cucchi, che è il tema dell'inchiesta in corso per stabilire se possa essere causa della morte, secondo la ricostruzione degli investigatori, sarebbe avvenuto la mattina del 16 ottobre nelle ore che hanno preceduto l'accompagnamento del 31enne nell'aula del giudice monocratico che ha poi convalidato l'arresto.

 

Sempre sulla base della ricostruzione sarebbe avvenuto nelle celle di sicurezza dell'edificio 'B', dove in giornata sara' fatto anche un sopralluogo.

 

Gli indagati per omicidio preterintenzionale sono gli agenti penitenziari Nicola Minichini, di 40 anni, Corrado Santantonio di 41 anni e Antonio Dominici di 42 anni. I medici indagati per omicidio colposo sono il primario del reparto del Sandro Pertini Aldo Fierro 60 anni, Rosita Caponetti 38 anni e Stefania Corbi di 42.

 

Intanto lunedì prossimo, ai medici legali Paolo Arbarello, Luigi Cipolloni, Dino Tancredi e Ozrem Carella Prada che hanno eseguito l'autopsia di Cucchi e stanno svolgendo accertamenti di natura medico-legale, sarà assegnato un ulteriore incarico per allargare la natura degli accertamenti a loro affidati.

 

Avranno a loro disposizione la salma di Cucchi della quale è stata disposta la riesumazione. Ai medici saranno affidati una serie di quesiti ai quali dovranno rispondere nel più breve tempo possibile per agevolare lo svolgimento dell'indagine che come e' noto trova un punto di forza nella testimonianza fatta dal detenuto che ora sara' ascoltato con l'incidente probatorio. Secondo quanto si e' appreso oltre a vedere quanto accadeva nella cella il testimone avrebbe raccolto le confidenze di Cucchi quando dopo la conclusione dell'indagine di convalida davanti al giudice Maria Inzitari fu riportato a Regina Coeli. Roma, 13 nov. (Adnkronos/Ign)

ultim'ora: Gli agenti penitenziari indagati per omicidio preterintenzionale per aver picchiato l'uomo dopo averlo fatto cadere a terra sono Nicola Minichini, di 40 anni, Corrado Santantonio di 41 anni e Antonio Dominici di 42 anni.
I medici, indagati invece per omicidio colposo sono il primario del reparto del Sandro Pertini Aldo Fierro 60 anni, Rosita Caponetti 38 anni, e Stefania Corbi 42 anni. I medici sono accusati di non aver prestato le cure necessarie al paziente quando chiese di non essere alimentato.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post