Cosentino a "Porta a Porta": «Chi mi accusa è un cocainomane, non mi dimetto».

Pubblicato il da A tutta destra

 «La mia candidatura non è nata per caso ma è stata decisa all'interno del partito. Questa candidatura a governatore della Campania è nelle mani di Berlusconi. Se Berlusconi mi chiederà di fare un passo indietro, io che sono un uomo di Berlusconi , farò un passo indietro». Nicola Cosentino, sottosegretario all'Economia, nel corso dell'intervista a 'Porta a porta', parla del suo futuro, dopo l'inchiesta sui suoi presunti legami con la camorra.
«Non mi dimetto perché non si può dare ascolto a un pazzo cocainomane che mi accusa. Io non ho potuto rispondere a queste accuse davanti a magistrati» aggiunge Cosentino.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post