Concerto di CasaPound Siena per sabato: abbiamo ricevuto intimidazioni

Pubblicato il da http://ilcatenaccio.wordpress.com/2009/11/25/intimidazioni/

CasaPound Siena interviene in merito alle critiche mosse nei confronti del concerto in programma per sabato 28 novembre.
“CasaPound Italia” – dichiara Gabriele Taddei, responsabile provinciale di Siena – “è un’Associazione Culturale e di Promozione Sociale, operante per la giustizia sociale in un’ottica comunitaria ed identitaria. In un anno e mezzo di attività ha creato un movimento con più di duemila militanti, decine e decine di migliaia di simpatizzanti, un gruppo escursionistico montano nazionale, una scuola di rugby e una squadra di pallanuoto a Roma, una squadra di hockey a Bolzano, una scuola calcio a Lecce, una compagnia teatrale, una galleria d’arte e un circolo di cultura cinematografica; librerie, associazioni culturali, birrerie, palestre e sedi al momento in 48 città e sezioni in pressochè tutte le province italiane; due associazioni di volontariato nel mondo dell’handicap; un bollettino trimestrale, un mensile con 38 anni di vita, una web radio e una web tv”.
“I mezzi di CasaPound Italia sono stati i primi ad entrare in Abruzzo a poche ore dal terremoto insieme a CRI e Protezione Civile, costituendo un proprio campo base con magazzini ed inviando centinaia di tonnellate di aiuti e volontari da tutta la nazione. Abbiamo realizzato distribuzioni gratuite di pane e pasta contro il carovita, lottato contro le morti sul lavoro e realizzato proposte di legge quali il Mutuo Sociale, Tempo di Essere Madri e Difendi la tua Sete: per il diritto alla proprietà della casa, per le madri lavoratrici e contro la privatizzazione delle acque. Abbiamo aperto le nostre sedi ad militanti rossi degli anni di piombo, quali Morucci, ed a Paola Concia, deputata del Pd e leader del movimento omosessuale femminile italiano. Questo e molto altro ancora. Vogliamo invece indagare sui componenti di un sedicente coordinamento antifascista senese? Vogliamo indagare su denunce e condanne per spaccio di stupefacenti? Vogliamo parlare delle continue denunce che CasaPound Siena è costretta a compilare causa danneggiamenti alla propria sede? Vogliamo parlare delle decine e decine di assalti a sedi ed aggressioni ai nostri militanti che avvengono quotidianamente in tutta Italia?”. “Resta in ogni caso palese” – termina CasaPound Siena – “la deriva reazionaria di questo paese, costretto a subire l’esistenza di una sinistra terminale antidemocratica, intollerante e razzista nei confronti del diverso pensiero politico”.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post