Bologna: l'assessore apre a CasaPound, poi fa dietrofront

Pubblicato il da A tutta destra

BOLOGNA - Prima, dai microfoni di Radio Città del Capo, apre a Casapound (verso di loro "nessuna preclusione"), poi corregge il tiro con una nota (le finalità di Casapound "non rientrano e non rientreranno negli ambiti di intervento dell'amministrazione comunale"). Luisa Lazzaroni, assessore al Volontariato e ai Servizi sociali, rivede le sue affermazioni sulla formazione di estrema destra, dopo le telefonate critiche di molti ascoltatori dell'emittente.

Casapound si era inserita nei giorni scorsi nel dibattito sull'assegnazione di una nuova sede al lazzaretto, prossimo allo sfratto, chiedendo anche per sé un tetto in via San Carlo (lo stesso offerto al centro sociale di via del Lazzaretto, che però l'ha rifiutato perché ritenuto troppo piccolo per le sue attività culturali). La replica di Lazzaroni ai microfoni di radio Città del Capo è stata: "Cerchiamo di risolvere le cose una per volta; le associazioni che richiedono gli spazi sono tante". Quando il giornalista le chiede se Casapound è uguale a tutte le altre associazioni, l'assessore Lazzaroni risponde: "Per quale motivo dovrebbe essere diversa? Le associazioni sono tutte associazioni nel momento in cui creano aggregazione e momenti di socializzazione". "Non c'è nessun tipo di preclusione", risponde Lazzaroni quando il gironalista le fa notare che gli attivisti di Casapound si sono autodefiniti "fascisti del terzo millennio". Dunque, come prima dichiarazione, Lazzaroni apre a Casapound, che però deve iscriversi all'elenco delle Libere forme associative.

Poi arriva la seconda dichiarazione, in senso opposto, tramite nota. "Deve essere chiaro che le finalità di Casapound non rientrano e non rientreranno negli ambiti di intervento dell'amministrazione comunale". "Casapound non è iscritta" all'albo delle Libere forme associative, "qualora si iscrivesse valuteremmo con grande serenità le loro richieste, ma deve essere chiaro che le sue finalità non rientrano e non rientreranno negli ambiti di intervento dell'amministrazione comunale". (fonte:http://bologna.repubblica.it/dettaglio/Casapound-il-dietrofront-di-Lazzaroni/1792998)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post