Berlusconi incontra Storace e Buontempo. Poi decide di dormire a Palazzo Chigi.

Pubblicato il da A tutta destra

Silvio Berlusconi 'trasloca' a palazzo Chigi. Per due notti consecutive il presidente del Consiglio ha deciso di dormire nella sede del governo invece che a palazzo Grazioli, la residenza-ufficio dove dal 2001 trascorre gran parte delle giornate e le notti quando è a Roma. Difficile capire i motivi che hanno indotto Berlusconi ha lasciare via del Plebiscito dove ieri ha trascorso l'intera giornata dopo la riunione del Consiglio dei ministri, per poi trasferirsi solo a tarda sera a palazzo Chigi. Ieri invece il premier non ha mai lasciato la sede del governo. Dopo aver preso parte al vertice intergovernativo con il presidente della Repubblica Serba Boris Tardic, Berlusconi ha dedicato il pomeriggio a diverse riunioni. Sarebbe stato solo quello ufficiale l'incontro con il governatore del Veneto Giancarlo Galan, mentre in serata il cavaliere ha avuto un colloquio con il leader de "La Destra" Francesco Storace, accompagnato da Teodoro Buontempo, per definire i dettagli di una alleanza a tutto campo in vista delle regionali che domani dovrebbe essere formalizzata in una nota ufficiale.

MISTERO SULLE RAGIONI Nessuna certezza, dunque, sulle ragioni per cui Berlusconi ha deciso di trasferirsi, per ora, notte e giorno a Palazzo Chigi e su quanto tempo resterà lontano da Palazzo Grazioli. Alcune fonti parlano di possibili ragioni di sicurezza, forse legate alla lista con i nomi di una ventina di personalità politiche, tra cui lo stesso presidente del Consiglio, trovato in possesso di Mohamed Game, l'attentatore libico che lo scorso 12 ottobre ha tentato di farsi saltare in aria davanti alla caserma Santa Barbara di Milano. Ma ambienti investigativi e dei servizi di sicurezza escludono che si tratti di questo. D'altra parte, è successo molto raramente che Berlusconi abbia deciso di passare la notte a palazzo Chigi. È successo per tre giorni nel 2003, quando il Cavaliere fu colto da una forte influenza; e poi un'altra volta perchè a via del Plebiscito c'erano lavori di ristrutturazione. Berlusconi stesso ristrutturò poi per ben due volte l'appartamento presidenziale della sede del governo (nel 1994 e poi nel 2001) anche se poi non si trasferì e scelse di restare a palazzo Grazioli. (da "leggoonline.it")

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post