Battisti, colpo di scena: Lula ci ripensa, nesuna estradizione?

Pubblicato il da A tutta destra

Si profila un nuovo colpo di scena nel caso Battisti. Il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva non pensa di estradare l'ex terrorista dei Nuclei Proletari Armati per il Comunismo, condannato in Italia per omicidio, nonostante una sentenza della Corte suprema. Lo ha detto una fonte governativa di alto profilo. La Corte suprema brasiliana mercoledì ha deciso che Battisti debba essere estradato, ma ha lasciato l'ultima parola a Lula.

 

La fonte ha detto che Lula non ha fretta di annunciare la sua decisione, e che il governo cercherà altre argomentazioni giuridiche per sostenere che a Battisti dovrebbe essere garantito l'asilo in Brasile. La decisione di Lula di concedere lo status di rifugiato a Battisti a gennaio ha reso tesi i rapporti tra i due Paesi, e l'Italia per breve tempo ha ritirato il proprio ambasciatore.

Ma fonti del governo brasiliano dicono che la questione non è stata sollevata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi durante un pranzo con Lula a Roma questa settimana. La decisione di Lula di garantire a Battisti lo status di rifugiato si basava su una raccomandazione del ministro della Giustizia Tarso Genro, esponente di sinistra secondo il quale l'ex militante è stato preso di mira per le sue passate posizioni politiche. Battisti ha negato di aver commesso gli omicidi.  (fonte:tgcom.mediaset.it)

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post