Agenzia delle Entrate: le borse di studio non vanno dichiarate nei redditi.

Pubblicato il da A tutta destra

Le borse di studio assegnate agli studenti meritevoli tra i 14 e i 18 anni non costituiscono "entrate" per la famiglia tassabili come redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente perche' non sono finalizzati a sostenere la frequenza di corsi di istruzione.
Lo chiariscono dall'Angenzia delle Entrate chiarendo che tali somme di denaro non rientrano in alcuna delle categorie di reddito dettate dall'articolo 6 del Tuir e non rilevano ne' ai fini della tassazione ne' per gli adempimenti del sostituto d'imposta.
In particolare, i tecnici delle Entrate chiariscono che gli incentivi, attraverso il riconoscimento di eccellenze conseguite in ambito scolastico, perseguono la finalita' di interesse generale di stimolare e accrescere in senso ampio l'interesse degli studenti al conseguimento di un piu' elevato livello di formazione culturale e professionale.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post